Bandog

1
4305
Altudog dieta barf disidratataNUOVO! - Cibo BARF Disidratato per cani. NON è una crocchetta ma un cibo per cani Sano e Naturale

Il Bandog o Bandogge é uno dei cani che, negli ultimi anni, incuriosisce maggiormente; digita “Bandog” su un qualsiasi motore di ricerca e compariranno centinaia di foto e video; eppure spulciando tra siti e forum ho notato un po’ di confusione : il Bandog é un incrocio Pitbull, no il Bandog é un incrocio Mastiff e cosi’ via…intanto la prima domanda da porsi sarebbe ” il Bandog é una razza?”. Io personalmente direi no, o almeno non per il momento; e non credo serva una megaspiegazione zootecnica, basta guardare le foto, i video…e i cani (se si ha l’occasione di incontrarli dal vivo) per rendersi conto che non ci sono caratteri specifici fissati; prendi 10 Bandog, mettili uno a fianco all’altro (ma non troppo vicini senno’ partono le risse), e non ce ne saranno due che si assomigliano. Come ho detto su questo cane c’é un po’ di confusione…

Partiamo dall’inizio :

Swinford e Bantu
Swinford e Bantu

Il termine Bandog (o Bandogge) ha origine attorno al 1200 – 1300 in Inghilterra; deriva dalla parola sassone “banda” ( la catena a cui si attaccavano i cani) e descrive un grosso mastino utilizzato per compiti di guardia e protezione. Se ne parla in due resoconti di fine ’500; il primo del Dott. Caius dice : ” il Mastiff o Bandogge é utile contro la volpe ed il tasso, guida i maiali selvaggi o addomesticati dai prati ai pascoli, morde e trattiene il toro per le orecchie quando l’occasione lo richiede”; dieci anni dopo William Harrison ci racconta che ” il Bandogge é un cane enorme, testardo, desideroso, terribile e spaventoso é spesso piu’ feroce di tutti i cani Arcadi e Corsi”; insomma un cane da lavoro a 360°. Dopodiché per secoli del Bandog non si é piu’ sentito parlare…fino agli anni ’60.

E’ proprio attorno al 1960 che un veterinario, John B. Swinford, decide di creare “il cane da guardia perfetto”; per farlo seleziona esemplari di varie razze prediligendo l’English Mastiff e il Pitbull. Ora, il signor veterinario, che un po’ di genetica ci acchiappava, riusci’, nel tempo e dopo generazioni e generazioni di cuccioli, a creare un cane piuttosto omogeneo sia nella morfologia che nel carattere; il Bandog torno’ agli onori della cronaca, se ne parlo’ su varie riviste cinofile d’oltreoceano; sfortunatamente Swinford mori’ nel Novembre del ’71, la sua “nuova razza” seppur sulla buona strada era ancora in via di sviluppo. E qui accade qualcosa di strano, nonostante molti appassionati tentano di continuare il suo lavoro, NESSUNO utilizza i cani da lui allevati. In pratica si ricomincia daccapo. Danno alla “futura razza” il nome di Swinford Bandog e iniziano una nuova serie di incroci ; questa volta, pero’, al Pitbull e al Mastiff si aggiungono Mastino Napoletano, Alano e Tosa.

E in USA scoppia la moda.

Vabbé, un po’, il perché, lo capisco; il Bandog é davvero un bel cane; atletico, potente, agile, sveglio, sicuro di sé; un perfetto guardiano ma al tempo stesso un eccezionale cane di famiglia pero’…c’é un pero’; tanto per cominciare questo é un mix tra molossoide e Terrier di tipo Bull, ovvero, c’ha un carattere della madonna!bandog2E’ il classico cane che dovrebbe finire in mano a chi ha le capacità mentali e fisiche per gestirlo; poi…le mode canine sono un disastro! Questo cosa significa? ma che il Bandog attuale é nella bratta fino al collo.

Ogni giorno nascono nuovi sedicenti allevatori che mischiano un po’ di tutto…a caso. Perché questi di genetica non ci capiscono una cippa, e pensano che a incrociare a cazzo non ci siano problemi; un po’ di Cane Corso qui, un po’ di Pitbull là, una spruzzata di Ambull e via…ti ho fatto il Bandog; li vendono pure a prezzi spropositati, vantando generazioni e generazioni di campioni…di cosa non si sa dato che questo cane non é ammesso in nessuna disciplina sportiva, tantomeno in expo. Eppure la gente abbocca.  Il risultato é prevedibile : soggetti caratterialmente instabili e spesso portatori di malattie genetiche che vengono acquistati da perfetti idioti; quel tipo di persone che vogliono il canecattivo, il canechefapaura, per potersi, poi, bullare con gli amici. Non é un caso che negli ultimi anni il Bandog sia conosciuto come “il cane delle gang”. Non ci credete? andate su Youtube, scrivete “Bandog” e osservate…migliaia di video..tutti uguali! Cani che ringhiano, cani che abbaiano…cani che attaccano! E questi sono i peggiori, perché addestrare un cane al morso é pericoloso, pericolosissimo se chi lo fa non possiede la giusta preparazione.

Bandog11E ora, la moda, sta arrivando in Europa; sono già comparsi i primi siti di allevamenti, su Facebook impazzano le foto, sui forum non si contano i “dove posso comprarne uno?”; io dico solo OCCHIO! Se proprio siete sicuri che questo sia il vostro cane del cuore, perlomeno prima informatevi : leggete libri, studiatevi i siti dedicati (che sono soprattutto americani), parlate con chi ne ha già uno e soprattutto non prendete il cane dal primo che capita, anche se il prezzo é buono e la cucciolata disponibile subito.

Io, nel mio piccolo, a dare qualche dritta ci ho provato, ma non so perché, prevedo una futura, vasta ondata di “Bandog canekiller” sulle prima pagine di tutti i giornali. E sia chiaro, se mai accadrà, la colpa non sarà certo dei cani.

 

Per chi vuole approfondire :

Lee H. Robinson – “Origin of the Swinford Bandog”

Carl Semencic – “Gladiator Dogs”

 

http://bastardog.altervista.org/

Non ci sono ancora voti, pensaci Tu!

Valuta questo Articolo

il portale sugli animali

1 COMMENTO

  1. Ciao Federico Interessante Articolo, io sono sempre stato convinto invece che il termine BAndog fosse l’ unione di Dog con il Verbo inglese To BAN che significa Bandire Interdire (usato tantissimo nelle comunità internet proprio per allontanare interdire utenti scomodi)
    Questo cosa significava di solito un cane che non necessariamente per mano dell’ uomo ma che si trovava a un’ esistenza di randagio spesso in Ambiente Ostile.
    Sappiamo tutti che non c’e’ peggior cosa per un cane di essere abbandonato in quanto animale legato a una figura dominante (Gerarchica, se non è un uomo è un’ altro cane) che nel caso non venga trovata spinge per istinto di sopravvivenza a rendere tale figura se stessa.
    Decisione che il cane non fa mai a cuor sereno, nel senso che ne farebbe volentieri a meno.
    Altro motivo per cui l’ abbandono specie per un cane vissuto in un contesto familiare è l’ atto peggiore che possa capitargli è che i cane non ha concezione del mondo esterno o volontà di Ramingo.
    Il cane è territoriale che difenda o meno il territorio si stabilisce o preferisce stabilirsi un territorio specifico che conosca in cui possa soddisfar ei suoi bisogni primari, perché al contrario del Lupo il suo istinto in tal senso è stato completamente annullato dalla selezione umana. ( Altrimenti il prim cane nona i sarebbe mai deciso ad avvicinarsi all’ uomo e instaurare così nei millenni un rapporto, cosa che per esempio non ha fatto i Lupo)
    Quindi un BAndog era un cane costretto a vivere in questo tipo di interdizione da tutto quello che gli sarebbe congeniale e sopravvivere al pari di un esiliato o uno scomunicato (che nel medioevo aveva il suo peso)
    Di fatto il BAndog si poteva trovare con altri Cani nella medesima situazione e fare branco, ovviamente per essere sopravvissuti nelle difficoltà si parlava sempre di cani forti di carattere e forti non che diffidenti.
    Non credo possa e potrà mai esistere una razza di questo genere in cui l’ incrocio ma da darwiniana Selezione è l’ unica via possibile.
    Quindi solo il dominante si accoppia e neanche con tutte le femmine.
    Un esempio di BAndog lo abbiamo avuto prorpio in Italia e vi è un po’ tutt’ ora (anche se in misura minore visto l’ alzarsi del tenore di vita medio) nel sud Italia dove non è difficile vedere gruppi di cani Randagi viaggiare insieme.
    Chiunque abbia l’età dei nostri padri che sia vissuto nel sud Italia nelle campagne potrà raccontare di come fosse normale vedere cani liberi di grosse dimensioni spesso appunto mastini o simil molossoidi.
    Cani però paradossalmente sempre diffidenti che difficilmente si avvicinavano all’ uomo, anche perché il mangiare non era molto per i cristiani figuriamoci s elo davano ai cani randagi.
    Ecco quello era l’ esempio più pratico di BAndog.
    Gli stessi BAndog che poi venivano magari presi nelle masserie, perché il contadino aveva conquistato la fiducia e gli dava da mangiare e loro si stabilivano li difendendo a morte il nuovo territorio e essendo grati al padrone di Casa.
    Il contadino al prezzo di qualche avanzo ecco si vedeva protetta la proprietà.
    Come detto non è possibile ottenere buoni risultati sopratutto ripetuti nel tempo con incroci a capocchiam, Prendi un Molossoide e incrocialo con un Pastore Maremmano e 9 volte su 10 avrai solo una bomba ad orologeria e puoi dirti fortunato se non scoppierà almeno con te.
    Prendi troppi molossoidi e rischi di perdere ogni senso di territorialità e guardia a favore della unica funzione di difesa, che può essere ottima se il cane lo tieni dentro casa quando dormi, ma che se ben approcciato in giardino quando non ci sei fa entrare cani e porci.
    Secondo me l’ unico modo per definire veramente questo tipo di razza è proprio quello riportato sopra gruppi di cani che vivono in branco come lupi che si accoppiano fra loro secondo i loro canoni di sopravvivenza dopo diverse generazioni di quel contesto potresti effettivamente avere dei soggetti con delle caratteristiche fissate che potrebbero essere messi in riproduzione con altri gruppi che hanno condiviso la medesima storia da altre parti.

    Stasera parlavamo del PAstore del Caucaso, In russia di molossoidi non ce ne sono la sono tutti cani da pastore il caucaso si è ottenuto con l’ incroci di diversi cane da pastore in cui non è mancato neanche l’ inserimento dello stesso pastore tedesco eppure hanno fatto un ottimo lavoro perché di base già erano presenti cani simili frutto proprio dell’ accoppiamento libero fra cani Senza padroni.
    In 50 anni neanche sono riusciti a fissare un tipo Ben preciso ed Equilibrato (che vuol dire equilibrato per la sua Funzione che di fatto svolge benissimo agli occhi dell’ utente medio è un cane completamente ingestibile).
    Ma a quei tempi i cani venivano trattati da cani e quando si parla di questo tipo di caratteristiche e questo tipi di cani devono essere trattati ancora in quel modo.
    La condivisione per come la vediamo noi non è contemplata loro fanno il loro lavoro tu devi fare il tuo.
    Io non posso far dil tuo perché non ne sono in grado e tu non puoi fare il mio perché non ne sei in grado è insieme che funzioniamo ma ognuno ha i suoi spazi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.